Feeds:
Posts
Comments

Archive for the ‘Life’ Category

“Forrest Gump” è la trasposizione cinematografica di un libro di fantasia scritto da Winston Groom. Alcune delle scene più belle e poetiche che molti ricorderanno sono dedicate ad una corsa attraverso l’America in cui Forrest fugge verso il proprio destino impersonando il processo di catarsi di una società intera che non può, non sa e non vuole lenire la sofferenza del singolo.

Forrest cerca di espiare, quindi, le colpe di un’intera società. In molte storie c’è un fondo di verità e anche questa è ispirata ad una storia vera in cui nella realtà, “un Cristo” cercò di lavare le colpe e la coscienza di una società intera raccogliendo milioni per alimentare una giusta causa che potesse silenziare la coscienza dei molti. Il nostro Forrest non lava colpe, non accetta denari e non permette che si faccia mercato di indulgenze: è un uomo gioioso!

E’ anche un testardo, già servitore dello Stato (di quello che fu) e sempre difensore dell’idea di Stato come dovrebbe essere; forse, a suo modo, crede di servire ancora lo Stato in cui ha creduto lui: sente di denunciarne colpe e omissioni, portando alla luce le cicatrici di coloro che una volta appartenevano al Popolo Italiano ma che ora sono oramai trasformati in sudditi. Ed è questo a rendere più insopportabile il peso di coloro che credono di avere una coscienza pulita perché mai usata.

Caro Paolo, qualcuno vorrebbe impedirti di fare il tuo viaggio perché se altri cominciassero ad imitarti diventerebbe un problema: il punto è che il Popolo ha già cominciato. Gli umili di cuore sono con te e incrociano la tua via anche alcune cassandre (eternamente evitate come la peste) che non si danno pace e che vedono la sofferenza intorno a loro e in loro stessi. Questi sono i “per sempre dannati”, persone che perdoneranno il male fisico ma non dimenticheranno mai la sofferenza interiore che hanno patito. Feriti nell’animo e defraudati nel diritto, alienati dai propri affetti, scemi della propria dignità: sono Spiriti eletti e spiriti danzanti accompagnati da qualche Eroe Folle.

Non stanno con te, fanno finalmente quel che fai tu lungo il tuo stesso percorso, avevano solo bisogno di crederci abbastanza!

Si parte – Quasi quasi ci si commuove.

Ed è così che si arriva alla prima stazione, l’illegalità tenta di fermarti e di fermare quelli che cominciano a fare come te.

Prima Stazione della lunga Marcia

Nel film, Forrest era ferito e sentiva l’esigenza di correre come se volesse sentire fisicamente una sofferenza che era solo mentale, aveva bisogno di segni esteriori i segni e le ferite del proprio spirito. Tu e la tua gaiezza diluite la forza del nemico in un bicchiere di ironia in cui mescoli l’estemporaneità della commedia dell’arte (ascoltate gli ultimi 5 secondi se non mi credete, quando sincero “arrivederci” poi educatamente ritirato 🙂 ).

Seconda Stazione – L’impero tenta di colpire ancora

C’è chi incanala la propria sofferenza verso un mare profondo e vi annega. Chi, invece, ha il coraggio di partire e di andare verso una meta, qualunque essa sia: è appunto il viaggio che insegna, il tuo è verso Roma, e il raggiungimento della meta vi ricama solo la parole “fine”. Chi guarda avanti corre verso il cambiamento, e non torna mai a casa nelle stesse condizioni in cui è partito, combatte se stesso e la voglia insita nell’essere umano di accontentarsi, di abbandonarsi, di soccombere.

Forrest non ti dico “Stai sereno”, oramai porta male, ti dirò “Stai Attento”, anzi “Stiamo Attenti” perché tra poco sarò li con te anch’io, come gli altri. Chi è partito sentirà crescere mano a mano un’energia che diventerà incrollabile, l’energia lo renderà inarrestabile. E allora andiamo Forrest! Mi raccomando, se uno si attarda troppo, siamo solidali e rallentiamo un poco e se invece comincia a correre sorridiamo e aumentiamo l’andatura, proviamo ad arrivare al traguardo tutti, come un sol uomo, una sola Umanità, abbracciati, insieme, come una sola Patria!

Viva L’ITALIA !

Koinonikon

Read Full Post »

ECCO I NOSTRI EROI

“Beato un popolo che non ha bisogno di eroi” (Bertold Brecht)

Come dicevamo: noi siamo sempre in leggera controtendenza. Mentre nel mondo i Popoli cominciano a ridestarsi e ad opporsi alle barbarie gridando ad alta voce, più prosaicamente cominciano ad incazzarsi.

Qui in Italia, invece, dopo aver assistito al danno, quelli col quoziente intellettivo più basso applaudono alla beffa e chiamano a gran voce la dittatura e le leggi speciali.

Qui albergatori e ristoratori ben troppo solerti prima ti controllano il green pass con fare sospetto, senza un minimo di empatia e partecipazione con l’essere umano che hanno di fronte. Appena un attimo dopo, da veri dissociati mentali, si lamentano del fatto che la loro attività va a rotoli. Certo, non tutti sono così, ci sono delle lodevoli eccezioni.

Ci vuole coraggio, ma non tanto, almeno una giusta quantità per fare almeno qualcosa, almeno la propria parte. Chiedetelo ad una bambina di 15 anni che ha sostenuto che il green pass è incostituzionale ed ha così negato i documenti al controllore chiedendogli le sue autorizzazioni al controllo di dati personali e sensibili. Purtroppo è dovuta scendere perché la madre si vergognava della situazione. Si, avete capito, sono dovute scappare come se fossero state ladre. Questa è la beffa, che le persone oneste e buone, che le persone più coraggiose, sono costrette a nascondersi perché vengono lasciate sole, isolate.

Nota1: Per ogni dubbio e per la documentazione del FREE PASS andate sul sito del ComiCost.

Nota2: Per sapere come comportarsi nel caso di sanzione da parte delle forze dell’ordine sempre sul sito del ComiCost avete un vademecum completo.

Sembra che tra pochi giorni il vaccino sarà “obbligatorio” sia per i dipendenti pubblici che privati e per tutti coloro che avranno compiuto i 18 anni di età.

L’articolo qui riportato introduceva già l’obbligo e si chiudeva con i dati dell’Istituto Superiore di Sanità inclusi nel Report esteso settimanale sull’epidemia da Covid-19 che recita: “Negli ultimi 30 giorni in Italia si è osservata una maggiore incidenza di casi nella popolazione non vaccinata […]”. Ma non si ammalavano solo i non vaccinati? Non più, scusate, questo era un anno fa, ora a che punto siamo della favola? Giudicate voi.

Io credo che in molti siano oramai ad avere dubbi anche riguardo a questa grafica. E’ oramai noto che dopo 3-5 mesi dalla seconda dose la protezione del vaccino (qualunque essa fosse inizialmente) si annulla quasi completamente. E questo lo scrive un noto quotidiano invitando a fare il booster al più presto, tanto per chi volesse una conferma (di parte).

E dopo la terza dose già sappiamo che diventano necessari richiami trimestrali. Se non ci credete siete dei complottisti, i quali sostengono che vaccinare la popolazione ripetutamente ha ben altri scopi. Quindi dobbiamo credere al Governo, siamo tutti d’accordo (?)

Voglio tornare, ora, su una faccenda di qualche giorno fa per mettere in chiaro che di questi tempi la verità non è scontata. Il Ministero della Propaganda fa riecheggiare a prosivendole riunite che le terapie intensive sono piene di novax e che non si va in terapia intensiva col vaccino. Tuttavia la tesi è insostenibile, chiedete a quelli che hanno un parente in una casa di riposo RSA (oramai prigioni). Se non conoscete neanche queste persone, abbiate ancora un attimo di pazienza e andate oltre.

Qualcuno dice che se non leggi i giornali sei non informato ma se li leggi sei disinformato. Sono mesi che abbiamo informazioni senza senso che a volte dopo sole 24h sono prese e rigirate pari pari. Siamo oltre 1984 di George Orwell perché ricordo chiaramente che almeno nel racconto era necessario un certo tempo per ristampare tutti i libri e cancellare/sostituire le i supporti audiovisivi. Tutto questo nella nostra epoca si fa con un click: puf, scompare un video da YouTont e tutti noi cominciamo a credere che quel video non sia mai esistito. Scusate, MOLTI DI VOI !

Ci si allena al coraggio quando si tenta di vincere una paura, Il coraggio senza paura è incoscienza. Allora dobbiamo riconoscere che il farmacista del video è un coraggioso perché si vede che ha anche paura! Vorrei ringraziarlo sentitamente del suo senso civico, è una eccezione, un Uomo (secondo la definizione di Sciascia). Chi ne ha parlato male, sparlato a dir la verità, ha riferito che è uno che è sempre contro corrente (forse avrà le sue ragioni per farlo no?), che non si capisce cosa voleva fare con questo (chiedeteglielo allora, anzi guardate qui più in basso).

Vi ha disturbato, vero? Fino a ieri si poteva dire che tutti i posti in terapia intensiva li prendevano i no-vax ma da oggi un farmacista tri-vaccinato rompe il giochino e la coscienza ricomincia a urlare. Ce lo immaginiamo, quante volte i presidenti degli ordini avranno telefonato ai titolari delle farmacie dicendo: <<Ma guardi, noi crediamo nella campagna vaccinale e fare troppi tamponi… abbassare il costo… trattare le persone troppo bene… dire quanti siano effettivamente i contagiati e se sono vaccinati o no… potrebbe portare a DUBITARE di tutto>>. Non si contano più neanche le comunicazioni “mafiose” a mezzo stampa a lui dirette. Io ho deciso che quando passerò a Viareggio andrò a ringraziarlo del suo coraggio, sicuramente nel suo caso possiamo dire che il coraggio è stato più forte della paura.

Possiamo dire una cosa però che da quando ha cominciato lui anche altri lo stanno seguendo , il coraggio è contagioso fa proseliti: signore e signori, vi presento una Donna (sempre di sciasciana memoria). Mi piacerebbe sapere chi devo ringraziare stavolta, ma condivido il fatto di dare il massimo risalto solo all’informazione che si vuole passare.

Come mai qualcosa comincia a saltar fuori? Perché oltre al coraggio sono le prese in giro che ti fanno incazzare. Ad un certo punto le prese in giro danno fastidio perché è chiaro a tutti che non se ne esce più così lo hanno capito tutti, i richiami saranno infiniti. Dall’ultimo DL, la terza dose entro il 1° Febbraio 2022, la quarta entro il 1° maggio 2022 o giù di lì. A proposito, a quando la quinta? Per Ferragosto? Credo prima.

Il fatto è che come comprendiamo dal video intervista dell’ottimo Byoblu (per favore aiutate anche voi questa piattaforma di informazione visitando la pagina o facendo una offerta) al Presidente dell’Associazione Avvocatura degli Infermieri (AADI): “30 diari clinici inviati in forma anonima alla sede romana dell’Associazione Avvocatura degli Infermieri” dimostrano che queste terapie geniche sono effettivamente inefficaci per sconfiggere una qualunque pandemia: se avrete la pazienza di ascoltare fino alla fine capirete che si va in terapia intensiva anche con tutte le dosi, si contrae in forma grave il covid e si muore!

In pochi hanno avuto il coraggio di cui siamo ora tutti testimoni: gli hanno inviato dei documenti sapendo che non sarebbe stato zitto, lui li ha presi e magari dopo una notte insonne ha deciso di fare quello che riteneva giusto. Gentile Dott. Mauro di Fresco, LEI E’ UN VERO EROE !

Koinonikon

Read Full Post »

Qualche giorno fa ho avuto modo di sorridere guardando il “volantino digitale” qui in basso.

Io aggiungerei che è addirittura più ardito il fatto di smettere di credere a tutto quello che viene propinato dopo averci creduto. Nel mio caso è stata dura accettarlo ma non ne ho sofferto affatto, avevo intorno a me persone che mi hanno dato indizi facili da decifrare. Ci sono arrivato dopo 4 mesi di applicazione strettissima dei protocolli di sicurezza anti-Covid-19, ivi compreso un lock down totale e senza fare eccezioni. Poi fortunatamente, non so quando, ho capito e ho cominciato a “decodificare Matrix”: ho come la sensazione che molti altri come me si stiano effettivamente risvegliando e mi sento sempre più in buona compagnia; a volte mi tornano alla mente alcune parole che Trinity rivolge a Neo “[…] intuisci qualcosa che non riesci a spiegarti […]” (citazione da Matrix).

Alcuni di voi, invece, hanno sofferto le pene dell’inferno, me lo avete raccontato. Eravate soli, abbandonati e proprio per questo

SIETE VOI QUELLI VERAMENTE GRANDI !

Mentre in Inghilterra Boris Johnson dichiara <<“Il 90% dei pazienti Covid-19 ricoverati in terapia intensiva che ho visto non ha ricevuto il booster” [VIDEO]>>, uscita chiaramente infelice per la politica del “vaccinatevi tutti che vi salverà”, i suoi cittadini non si fidano più. Lo testimonia il fatto che sui 38 milioni di persone che hanno ricevuto la seconda dose meno di 3 milioni hanno fatto la fila per il “booster”. Dato che BoJo non gode della fiducia di nessuno ha escluso di introdurre il green pass e tantomeno l’obbligo vaccinale. Il fatto è che gli inglesi sono un popolo vendicativo: tendono a fare gruppo e a bastonare i prepotenti, è per questo che anche i regnanti inglesi non godono di potere assoluto, pena la vita!

In Italia invece “la Repubblica” titola serenamente che le prime due dosi non servivano mentre la terza è risolutiva. Non escludo che ci sia qualcuno che possa credergli, anzi spero che mia suocera corra subito a ri-vaccinarsi (non tarderò a farmene finalmente una ragione). Ripete sempre: <<E’ un dovere e lo facciamo anche per voi>>. Ma certooooo! Invece l’occhio sempre sbarrato dal terrore ogni volta che si ode la sillaba “Co” non ha nulla a che vedere con tali neo convinzioni gandhiane… ho quasi pena del suo deplorevole stato, sottolineo il quasi.

Addirittura nessuno si chiede o si vuole spiegare come mai sia scoppiato un focolaio Covid-19 in una base scientifica belga isolata in Antartide. Sappiamo che dopo aver ricevuto la terza dose 16 dei 25 elementi della squadra hanno contratto repentinamente la Omicron. Ripeto la variante Omicron! Bisognerebbe non dirlo in giro altrimenti chissà cosa potrebbero pensare i soliti complottisti quantunque ne venissero a conoscenza. Il problema, in verità, è che il gregge neanche se lo chiede come un virus possa fare un salto di 3000 km dal più vicino continente abitato, superando uno specchio d’acqua circondato solo dal freddo quasi siderale per bussare alla porta di una struttura di ricerca isolata tra i ghiacci dell’Antartide e finalmente contagiare persone sotto controllo medico strettissimo pluri-tamponate, pluri-vaccinate e pluri-sanitificate. Questo virus è veramente intrepido!

Princess Elisabeth polar station in Antarctica. RENÉ ROBERT/INTERNATIONAL POLAR FOUNDATION

In effetti qualcuno potrebbe avere dei problemi: se riusciste a spiegarvi il perché tutto questo sia possibile sareste additati come pluri-complottisti o come pluri-venduti (a seconda della risposta trovata). Ma non provandoci nemmeno, la risposta sarebbe davvero banale: sareste dei pluri-coglioni. Unicuisque suum!

In effetti questo fatto accaduto tra i ghiacci potrebbe richiamare alla mente dei più edotti un recente studio scientifico.

Gli istituti “Robert Koch” di Berlino e il “Louis Pasteur” di Parigi, senza dubbio istituti di ricerca tra i più rinomati del mondo occidentale riguardo alla vaccinologia e la virologia, ci confermano che il 95,58% dei casi di Omicron sono tra i pienamente vaccinati, il cui 28% contempla i casi col “booster”). Lasciamo ad ognuno trarre le proprie conclusioni per poter decidere autonomamente in quale dei già presentati gruppi desidereremmo far parte.

Noi in Italia, invece, siamo sempre in leggera controtendenza: la paura, ora sempre più sicurezza, che non si tornerà alla “normalità” attanaglia il pensiero e impedisce di prendere in mano il proprio destino. Chiarisco subito che quello che ho detto, infatti, è quasi esclusivamente a beneficio dei molti italiani all’estero o degli anglofoni che leggono oramai questi posts da ogni parte del mondo sfruttando l’opzione “Translate to English” (questo almeno ci suggeriscono le statistiche del nostro Koinonikon). Sarei molto curioso di sentire cosa pensino di questi sproloqui e se abbiano da suggerirci qualche possibile soluzione. Per favore, almeno voi, lasciate un commento.

Riguardo a quelli rimasti in patria aggiungo solo che basterebbe così poco, ma dovremmo essere uniti, tutti uniti. Guardate quando un popolo è unito, come quello rumeno, cosa succede! [LINK Byoblu]

Koinonikon

Read Full Post »

Il prossimo Gran Consiglio dei Ministri si riunirà per considerare l’obbligatorietà, così ci mandano a dire a mezzo stampa (genuflessa). Io sono sempre più d’accordo con la definizione data da qualcuno riguardo alla maggioranza ebete che continua a crescere figli a propria immagine e somiglianza. Senza studio, onestà e coraggio si è delle nullità. Se poi a questo aggiungiamo la solita dose di paura, cattiveria (se non malvagità) e complesso di inferiorità riotteniamo l’identikit della maggioranza oramai carnefice di sé e della restante parte di persone che dopo due anni di propaganda mediatica ancora ragiona con la propria testa (a proposito, complimenti !).

Dopo più di un anno scopriamo che l’Associazione Italiana del Farmaco (AIFA) raccomanda la prescrizione medica per i vaccini Covid-19. Attraverso l’invio di un modulo precompilato, il Coordinamento Sindacale della Polizia di Stato (COSAP) ha spinto i propri aderenti a richiedere in massa all’AIFA l’ostensione della documentazione inviata anche alle Aziende Sanitarie Locali. Tale processo ha ingenerato un processo che ha portato alla oramai famigerata nota dell’AIFA al Ministero dell’Interno (PROT. 0147737 d.d. 17.12.2021) dove si riporta che <<[…] i vaccini autorizzati alla immissione in commercio per il trattamento dell’epidemia da Covid 19 sono medicinali soggetti a prescrizione medica limitativa (RRL), ai sensi dell’art. 91 del d.lgs. n. 2019/2006, ossia sono medicinali “la cui prescrizione o la cui utilizzazione è limitata a taluni medici e a taluni ambienti“>>.

Dobbiamo poi ragionare sul fatto che:

LINK RUMBLE

I soliti siti di antibufaline delle varie fondazioni di filantropi ci raccontano che sono mere bugie e che “il documento non è ufficiale”, davvero? Il documento viene presentato come un “documento con integrazioni da fonti ufficiali” già nel sottotitolo dello stampato. Tale documento esiste in effetti. Proviamo con Goola (Profonda) ma non restituisce nulla. Quindi con DuckDuckGo, la paperella che non ti spia e che riferisce di quel che trova, otteniamo il documento stesso su un sito di archivio famoso (ringrazio l’anima pia che lo ha caricato).

Con un poco di attenzione si scopre che questo è il modulo di consenso informato vero e proprio e quelle che appaiono ai pazienti sono solo la “Nota Informativa” e la “Scheda Anamnestica”. Da notare che sullo stesso sito ci sono anche altri moduli di consenso informato, quelli relativi agli altri vaccini.

Certo, c’è quello che alla scienzah crede, c’è quello che crede al governo, c’è quello che crede a tutto, quello che vuole sedersi al bar per fare colazione e quello che vuole sbronzarsi in un ristorante esclusivo e non può assolutamente rinunciarci a qualunque costo… ma tutti insieme, proviamo a farci una domanda diversa.

Perché non ci lasciano stare una volta che ci siamo rifiutati di vaccinarci?

E quando siamo guariti e diventati immuni?

E quando decidete di rinunciare a uscire di casa e addirittura di auto rinchiuderci in un ghetto?

E addirittura quando avete fatto già 3 dosi (entro il Febbraio 1 2022 tutti i vaccinati dovranno aver ricevuto 3 dosi).

E, soprattutto perché entro giugno con l’arrivo dell’estate, dovrete fare la QUARTA?

Non lo sapevate? Non mi stupisce.

Parliamone con qualcuno che non ha conflitti di interesse. Interessante intervista di Fabio Duranti di RadioRadio al Prof. Frajese.

Riguardo alla ragione, cominciamo col dire che forse il giochino sta per rompersi e se non si fanno richiami in continuazione diventa sempre più evidente…

Ed ancora:

Un infermiere, onore al merito, è costretto a metterci di suo. Sapete perché non il Governo, non l’ordine dei medici né i medici stessi sentono di dover contribuire al benessere dei propri cittadini e pazienti e di rassicurare gli italiani? Il vaccino non immunizza e nessuno ha il coraggio di dirlo perché in troppi si arricchiscono col protrarsi dell’emergenza e di questo stato di cose.

Esperti che non hanno conflitti di interesse lo dicono ad alta voce: Il vaccino non immunizza !

Koinonikon

Read Full Post »

Effettivamente i conti non tornano, o come diceva Totò “I torni contano!”

C’è un fatto che è innegabile: il numero dei “complottisti” sta aumentando e, ad essere sincero, credo che il fenomeno sia legato al fatto che c’è un forte aumento di azioni criminali malcelate.

Eccoci qui a parlare del complotto dell’ennesima operazione a dir poco allarmante: è stato modificato l’art. 403 del Codice Civile, quello relativo all’affidamento/allontanamento dei minori. Dopo le esperienze di Bibbiano e simili, l’unica debolezza era forse quella di affidare la decisione di un eventuale allontanamento dalla famiglia al sindaco e ai servizi sociali. Come acclarato dai fatti di cronaca, proprio i servizi sociali “fanno mercato” delle separazioni dei coniugi. Sarebbe stato facile mettere una semplice limitazione in tale direzione e proprio questo non spiega l’arcano di riscrivere anche i cosiddetti criteri.

Vediamo infatti comparire al comma 27 (riportato integralmente in Nota1) l’ennesima “emergenza” di provvedere quando i minori non vengono tutelati come da direttive governative:

All’articolo 403 del codice civile sono apportate le seguenti modificazioni: a) al primo comma, le parole: « Quando il minore e’ moralmente o materialmente abbandonato o e’ allevato in locali insalubri o pericolosi, oppure da persone per negligenza, immoralita’, ignoranza o per altri motivi incapaci di provvedere all’educazione di lui » sono sostituite dalle seguenti: «Quando il minore e’ moralmente o materialmente abbandonato o si trova esposto, nell’ambiente familiare, a grave pregiudizio e pericolo per la sua incolumita’ psico-fisica e vi e’ dunque emergenza di provvedere»;

Dal 24 dicembre, giorno dell’entrata in vigore, torneranno molto utili alle associazioni di pedofili aiutate da associazioni o membri di associazioni compiacenti gli appunti presi nelle scuole dagli operatori (questa volta in buona fede) degli sportelli d’ascolto che semplicemente registrano eventuali dichiarazioni da parte del minore di non essere felice delle scelte dei propri genitori. Ma quale bambino non lo è stato almeno una volta? Le decisioni dei genitori sono spesso profonde e non di rapida comprensione per i figli.

Un noto giurista, oramai apprezzato anche in ambito musicale, ci ricorda in un suo interessante intervento sollecitato dall’ottimo Mario Biglietto:

“Un’applicazione del genere se riferibile ai 10 vaccini già obbligatori per l’infanzia potrebbe arrivare a estendersi, ancor prima dell’obbligatorietà, anche ai sieri anticovid-19 per l’infanzia, o per i minori, che sono consigliati, ma non obbligatori. E questo potrebbe accadere a seconda della piega interpretativa influenzata dai tempi e dalle pressioni maggioritarie, laddove i giudici non fossero capaci di resistervi. Ma allora, se il rischio per la salute psico-fisica dei figli minori, può dipendere dalla scelta dei genitori di non vaccinarli, mi chiedo, e chiedo ai colleghi giudici: porterete eventualmente via dalle loro case anche i figli dei genitori che fumano?” (ex-Presidente del Tribunale dei Minori di Trento, Prof. Paolo Sceusa)

Certo, qualcuno si è subito mosso per rassicurarci adducendo che questa riscrittura dispone un accrescimento della sfera dei diritti del minore perché il provvedimento di allontanamento può essere applicato anche all’interno delle 24 ore. Ancor più giusto, il provvedimento va motivato da un giudice (da considerarsi come fatto) al contrario del passato quando la responsabilità ricadeva sul Sindaco e sui servizi sociali. Ma la figura del giudice onorario minorile non è certo scevra da “condizionamenti” (anche volontari).

Non si capisce, comunque, il perché introdurre l’inquietante modifica delle direttive che impongono di intervenire nel caso di pericolo per l’incolumintà psico-fisica del minore (ad esempio per un rischio accresciuto di contagio Covid19 anche solo sulla carta? ), anzi… «vi e’ dunque emergenza di provvedere». L’incolumità psico-fisica è un concetto mutevole perché può limitare la libertà dei genitori di educare i figli secondo propri convincimenti di carattere anche culturale! Non educate i vostri figli secondo i dettami della massa? Vostro figlio potrebbe essere in pericolo psico-fisico perché questo viene deciso… dalla massa.

Tra coloro che hanno proposta la modifica della legge forse alcuni potrebbero essere addirittura in buona fede. Alcuni di questi hanno visto il proprio lavoro manipolato ma non riescono a vedere oltre perché forse troppo ingenui rispetto al nuovo sistema che riordina l’Italia e il Mondo.

Ecco un piccolo estratto dal pezzo di Andrea Zambrato che interroga un addetto ai lavori:

Ma i genitori hanno la possibilità di appellarsi?
Era quello che abbiamo chiesto noi della Lega, ma qualche partito di maggioranza e il ministero della Giustizia si è opposto. Quindi abbiamo dovuto trovare un punto di caduta.

Ammettiamo che ci siano dei genitori che non sottopongono il proprio figlio alle vaccinazioni obbligatorie.

Sì…

E che i servizi sociali ne chiedano l’allontanamento perché secondo loro sussiste «un grave pregiudizio e pericolo per la sua incolumità psico-fisica». Ecco, se il giudice dovesse dare ragione a loro che succede?

Non escludo che ci sia qualche giudice impazzito, che possa arrivare di togliere i figli, ma questo era possibile anche prima appellandosi alla negligenza o all’incapacità di provvedere al figlio, ma proprio questa revisione tutela non solo il figlio, ma anche i genitori.

Per tirare conclusioni e pronunciarsi su un’eventuale incostituzionalità non serve più attendere la Corte Costituzionale, che spesso non da segni di vita e quando lo fa sembra sempre più aliena rispetto al Popolo che dovrebbe servire. E’ sufficiente osservare i convenuti al festino infernale, quelli che appoggiano, plaudono ed esultano dell’ennesima barbaria: in prima fila l’ex-Ministra Beatrice Lorenzin. La ministra si spinge addirittura oltre il limite dell’immaginifico affermando che “I figli non sono proprietà dei genitori”. Questo è vero ma non per limitare la libertà che i genitori hanno nell’educare i figli. Oltretutto, se i figli non sono dei genitori, di chi sarebbero i “nostri” figli? Dello Stato come dice qualcuno? Effettivamente, a parecchi circoli di potere dello Stato farebbero comodo. Impareranno l’umanità e la compassionevole da un funzionario statale? Abbiamo già centinaia di milioni di esempi come gli Stati si sono presi cura delle minoranze etniche, culturali, religiose, etc, i libri di storia piangono in tutte le lingue del mondo al solo ricordo !

Ecco cosa quasi sicuramente accadrà: prima della modifica della legge, i genitori potevano serenamente decidere se vaccinare o no i figli, senza rischiare che il proprio figlio potesse essere allontanato. L’unico aspetto che metteva a rischio il figlio era la presenza di una “ferita” insanabile anche tra i due partners che ne offuscasse la ragione. Ora è tutto superato: il figlio vuole? Lo si vaccina. Uno dei genitori vuole? L’altro viene “commissariato” ed il figlio… lo si vaccina. Se nessuno vuole? Indovinate un poco… chiediamo alla ministra ancora: “L’irrazionale convincimento del genitore mina l’integrità e la salute del bambino, i figli sono titolari di propri diritti incomprimibili e il giudice ha fatto bene a tutelarli”. Capito? Serve qualcuno che li tuteli ma non i genitori quando diffidano dei rappresentanti di BigPharma al Governo e nei mezzi di informazione! E’ stato semplice arrivare allora alla conclusione anche per i giudici allineati che sfiorano la schizofrenia dato che anche la personalità del giudice si “separa” e comincia a credere ai miti affermando che la decisione è stata motivata:

  • dal maggiore rischio per il bambino di contrarre malattie, ma mi chiedo dove si sia procurato le statistiche sulla probabilità per un teenager di contrarre il Covid-19 in una qualunque forma sintomatica
  • dalle ripercussioni socio-educative sul piccolo, ovvero dal fatto che gli altri lo additano come diverso? Quindi dato che la società è ingiusta il giusto risarcimento consiste nel… punire lui?
  • dalle conseguenze negative create dal conflitto generato dai genitori, che se il giudice non avesse acuito con questa scelta ebete forse si sarebbero sanate da se?

Stiamo per atterrare, per favore allacciate le cinture! Non sentite già il coro greco che intona accompagnando la tragedia verso il suo epilogo? Nel frattempo che rimugino con una certa apprensione, mi tornano in mente le parole di un ministro canadese incalzato da genitori che si opponevano alla vaccinazione Covid-19 obbligatoria. Questi rispondeva che i figli non erano loro (dei genitori) ma del “Governo” e che il 90% dovevano essere comunque vaccinati (ci pare di supporre a qualunque età).

Che differenza c’è rispetto alle norme già in vigore? Oggi la legge non prevede tempi definiti, per cui può accadere che i bambini vengano messi in una casa famiglia, ma solo in via provvisoria. Con la nuova legge il tutto può avvenire senza preavviso entro 24 ore. In pratica, come già visto in Australia che ultimamente non brilla di democrazia, è giusto il tempo di prenderli, rinchiuderli in uno stadio, vaccinarli e riconsegnarli alla famiglia (quando si è fortunati). Io mi sento di dire che siamo di fronte all’ennesima legge ad uso e consumo di quelli che hanno preso in ostaggio il Paese e che vogliono esercitare ancor più la loro pressione sulle famiglie che ancora non si piegano ai ricatti !

Ho seguito personalmente la vicenda australiana dall’inizio e vi posso garantire che StewPeter (il giornalista nella foto) è un professionista serio e riportò in anteprima informazioni verificate che il governo australiano negava! Provate su Telegram e vi farete un’idea del gran lavoro che fa questo professionista. Considerate che le notizie sulla vaccinazione di massa a cui ho accennato venne negata per settimane: ad oggi nessuno nega la vaccinazione di massa dei bambini al Sidney Stadium, hanno comunicato il numero di vaccinazioni che furono 24’000 e finalmente ammesso i casi di eventi avversi non fatali. Quelli vengono ancora negati ma sembra siano stati 2. Aggiungo che Google vi rende quasi impossibile trovare il sito con le trasmissioni di StewPeter, è un supplizio.

Credo che ora cominci ad esser chiaro dove stiamo andando! Si lo so, ora molti di voi googleranno e visiteranno Open-me, Antibufalandia e FannyPage (non vi dico neanche chi li finanzia, se non lo sapete vuol dire che credete ancora a Babbo Natale) dove leggerete che è tutto una bufala. Siete liberi di crederci, non mi interessa. Io ho la mia memoria e ricordo ciò che veniva negato e che ora viene ammesso candidamente.

Ma qualcuno, oramai ai limiti della sopportazione, ha già mangiato la foglia. Stiamo parlando delle MAMME, quelle vere, quelle che se ne fregano del green pass per andare al bar o al ristorante, quelle che sono pronte a tutto pur di non sacrificare i propri figli a queste canaglie. E i loro sono discorsi impauriti, ai limiti dell’isteria provocata dalle preoccupazioni, si interrogano su quanto sia NON casuale il tempismo di certe scelte.

Ma come mai tanto interesse per la salute psico-fisica dei ragazzi quando è stata di fatto “depenalizzata” la pedofilia sopra i 14 anni? Perché non intervenire su questo? Una recente informativa della Cassazione certifica che non si configura il reato di produzione di materiale pornografico quando un over 14 acconsente alle riprese con adulti ad uso “privato” (lo guarda una persona sola alla volta il filmato?). Non ci sarebbe da riformare questo aspetto per rendere sicura la pena per quelli che producono materiale pornografico a scopo privato con almeno 14enni, tale è la definizione che dobbiamo utilizzare perché, per legge, non possiamo identificarli come pedofili. Vogliamo ragionare? Fanno dei filmati con finalità private… che scambiano privatamente e… non è reato se le vittime hanno almeno 14 anni e sono consenzienti, forse plagiate? Non possono esistere 14enni plagiati da adulti? Non intervengono per questa somma vergogna ma modificano le direttive di affido casualmente? Come abbiamo imparato dal caso di Bibbiano: le violenze arrivano molte volte dall’esterno, da cerchie di coloro che hanno ricevuto in affido i bambini. Perché non intervengono su questo schifo? Oramai la tecnologia lo permette e la privacy non esiste più. Sarà dovuto al fatto che in genere questi orchi sono all’interno dei circoli più abbienti vicini e collusi col potere?

Io mi voglio allarmare, faccio come quello che per tenersi sveglio si prende a ceffoni sul viso: di questi non ci si può fidare, troppe volte sono accadute cose che pensavamo impossibili e questo ci dovrebbe aver insegnato molto.

Si assolutamente, il dubbio ce l’ho !

Koinonikon

Nota1 Art. 403, Comma 27: All’articolo 403 del codice civile sono apportate le seguenti modificazioni: a) al primo comma, le parole: « Quando il minore e’ moralmente o materialmente abbandonato o e’ allevato in locali insalubri o pericolosi, oppure da persone per negligenza, immoralita’, ignoranza o per altri motivi incapaci di provvedere all’educazione di lui » sono sostituite dalle seguenti: «Quando il minore e’ moralmente o materialmente abbandonato o si trova esposto, nell’ambiente familiare, a grave pregiudizio e pericolo per la sua incolumita’ psico-fisica e vi e’ dunque emergenza di provvedere»; b) dopo il primo comma sono aggiunti i seguenti: «La pubblica autorita’ che ha adottato il provvedimento emesso ai sensi del primo comma ne da’ immediato avviso orale al pubblico ministero presso il tribunale per i minorenni, nella cui circoscrizione il minore ha la sua residenza abituale; entro le ventiquattro ore successive al collocamento del minore in sicurezza, con l’allontanamento da uno o da entrambi i genitori o dai soggetti esercenti la responsabilita’ genitoriale, trasmette al pubblico ministero il provvedimento corredato di ogni documentazione utile e di sintetica relazione che descrive i motivi dell’intervento a tutela del minore. Il pubblico ministero, entro le successive settantadue ore, se non dispone la revoca del collocamento, chiede al tribunale per i minorenni la convalida del provvedimento; a tal fine puo’ assumere sommarie informazioni e disporre eventuali accertamenti. Con il medesimo ricorso il pubblico ministero puo’ formulare richieste ai sensi degli articoli 330 e seguenti. Entro le successive quarantotto ore il tribunale per i minorenni, con decreto del presidente o del giudice da lui delegato, provvede sulla richiesta di convalida del provvedimento, nomina il curatore speciale del minore e il giudice relatore e fissa l’udienza di comparizione delle parti innanzi a questo entro il termine di quindici giorni. Il decreto e’ immediatamente comunicato al pubblico ministero e all’autorita’ che ha adottato il provvedimento a cura della cancelleria. Il ricorso e il decreto sono notificati entro quarantotto ore agli esercenti la responsabilita’ genitoriale e al curatore speciale a cura del pubblico ministero che a tal fine puo’ avvalersi della polizia giudiziaria. All’udienza il giudice relatore interroga liberamente le parti e puo’ assumere informazioni; procede inoltre all’ascolto del minore direttamente e, ove ritenuto necessario, con l’ausilio di un esperto. Entro i quindici giorni successivi il tribunale per i minorenni, in composizione collegiale, pronuncia decreto con cui conferma, modifica o revoca il decreto di convalida, puo’ adottare provvedimenti nell’interesse del minore e qualora siano state proposte istanze ai sensi degli articoli 330 e seguenti da’ le disposizioni per l’ulteriore corso del procedimento. Il decreto e’ immediatamente comunicato alle parti a cura della cancelleria. Entro il termine perentorio di dieci giorni dalla comunicazione del decreto il pubblico ministero, gli esercenti la responsabilita’ genitoriale e il curatore speciale possono proporre reclamo alla corte d’appello ai sensi dell’articolo 739 del codice di procedura civile. La corte d’appello provvede entro sessanta giorni dal deposito del reclamo. Il provvedimento emesso dalla pubblica autorita’ perde efficacia se la trasmissione degli atti da parte della pubblica autorita’, la richiesta di convalida da parte del pubblico ministero e i decreti del tribunale per i minorenni non intervengono entro i termini previsti. In questo caso il tribunale per i minorenni adotta i provvedimenti temporanei e urgenti nell’interesse del minore. Qualora il minore sia collocato in comunita’ di tipo familiare, quale ipotesi residuale da applicare in ragione dell’accertata esclusione di possibili soluzioni alternative, si applicano le norme in tema di affidamento familiare».

Read Full Post »

Al primo trimestre del 2021, nell’Unione Europea dei 27 Paesi (EU-27) erano 72 milioni i disoccupati tra i 18 e i 64 anni di età [vedi Nota1]. Si stima che entro il 2030 per l’introduzione delle nuove tecnologie robotiche e dell’ “intelligenza artificiale” (IA) ci sarà in Italia una riduzione di almeno 7 milioni di posti di lavoro portando nel breve periodo alla sostituzione dell’uomo fino al 50% delle attività professionali. Apprendiamo dall’IA di Google che nel 2022 c’erano 23 milioni di lavoratori in Italia, quindi meno del 40% della popolazione lavora per procurare il sostentamento dei circa 60 milioni di italiani [vedi Nota2]. Sottraendo i posti di lavoro persi per l’introduzione delle nuove tecnologie scenderemmo a 16 milioni di lavoratori (27%). Quindi se la base italiana valesse mediamente per l’Unione Europea (UE) dei 27 Paesi (UE-27) che ha 288,6 milioni di abili al lavoro, si avrebbero quasi 326 milioni di disoccupati, pensionati, etc. Di questi il numero di disoccupati supererà agilmente i 200 milioni ! WOW !!!!!!!!

Sappiamo tutti che la cosa migliore sarebbe scegliere di recuperare le produzioni locali, diminuire gli sprechi cancellando l’obsolescenza programmata del prodotto industriale. Ma questo produrrebbe una diminuzione degli enormi margini di guadagno delle grandi aziende internazionali, i quali controllano gli Stati. Quindi, in effetti, NESSUNO VUOLE CAMBIARE IL SISTEMA ECONOMICO E FORNIRE UN PIU’ EQUO ACCESSO ALLE RISORSE ! Cambiare il sistema economico significherebbe cambiare il sistema di potere e nessuno dall’alto della piramide lo farà.

Rimanendo inesorabilmente legati al sistema economico attuale, già ora le risorse cominciano a scarseggiare e forse ci separa meno di un lustro dalla caduta incontrollata. Chi detiene il potere allora farà quello che già sta facendo ed è sotto gli occhi di tutti per provocare una riduzione dei consumi, riducendo così le risorse da distribuire, lasciando solo le briciole a chi è in basso perché nulla cambi per chi sta in alto.

Non so voi, ma io avverto già la zaffata d’odio del Popolo che si riverserebbe sulle elite che detengono il potere finanziario, economico e industriale. Sentite già lo schiocco delle ghigliottine vero? Anche loro lo sentono…

Se non conoscete questo tizio, siamo tutti nei guai. Se non avete mai sentito parlare del World Economic Forum (WEF) i guai sono veramente grossi.

E ancora ci fanno capire “Potete affittare tutto quello di cui avete bisogno nella vostra vita?“, che strana domanda. Se “Possiamo” o “Saremo costretti” fa una bella differenza ! E come farebbero a procurarsi i beni per affittarceli? Non credo che abbiano intenzione di cederci le loro proprietà. Non credo che intendano farlo con le proprie risorse ma il giochino potrebbe essere addirittura più subdolo di quello che crediamo: ci daranno in prestito per un tempo limitato le nostre ricchezze dopo averle vilmente espropriate. Faccio molta fatica a pensare che non ci sia qualcosa di strano in questi mantra, sarò un complottista? Il WEF e l’UE per il 2030 recitano ancora all’unisono la poesia: “Non possiederai nulla ma sarai felice”. Ma più prosaicamente di cosa dovremmo essere felici?

Ma soprattutto, la vera domanda è… di chi sarà la proprietà dei beni che al colmo della felicità prenderemo in affitto? Ovvero, a chi corrisponderemo questo canone? Possiamo già immaginare… ma non è il momento di “fantasticare”, abbiamo qualcun’altro che ci parla in modo schietto, basta ascoltare.

Non so se avete mai sentito parlare dell’Istituto per le Opere di Religione (IOR), la famigerata “Banca Vaticana”. Un suo ex direttore dal 2009-2012, il banchiere Ettore Gotti Tedeschi che in quei luoghi è più influente di Cristo, ci dice placidamente e serenamente che… hanno fatto un errore con il primo grande reset perché siamo ancora troppi e le risorse sono limitate. Aggiunge che grazie ad una alleanza con “la pandemia” è stato possibile introdurre quello che non sarebbe stato possibile far accettare in un tempo normale. Ascoltatelo soltanto, purtroppo non è un pazzo, sta parlando di fatti storici estraendo i fatti di cronaca dalla sua memori…

Il link su Youtube sembra non accessibile, vi lascio il LINK SU RUMBLE [CLICCA ANCHE QUI]

LINK SU RUMBLE !!!!!!!!!! [CLICCA ANCHE QUI]

Non voglio commentare nulla, sta parlando l’ex Direttore dello IOR, fate voi se crederci o no. Ed ecco un giornalista di RadioRadio, un signor giornalista che verifica le fonti. Credo che sia il caso di ritornarci in futuro ma ora torniamo a noi… se è vero che siamo troppi bisogna trovare le risorse, ma come?

E’ già tutto pronto: nulla vi apparterrà più, nemmeno i “vostri” soldi perché se non potete usarli per pagare se non possedete un altro prodotto di nome GREEN PASS affittato di 6 mesi in sei mesi (forse tra poco saranno 3 mesi alla volta soltanto), non avrete più alcun diritto che non vi sia accordato per mezzo di un codice senza il quale non potrete né comprare o vendere…

Eccovi servita la vostra dura nuova realtà! A giudicare dall’accento del ragazzo siamo in Gran Bretagna. Il ragazzo ha la carta di credito ma non può pagare perché deve mostrare il green pass. Un impiegato al distributore di benzina non gli permette di pagare senza fare il “sign in” con il green pass. Allora il ragazzo chiede: “O mi fa pagare o mi regali la benzina… Lei mi sta impedendo di pagare” e il gerente risponde “Puoi pagare, fai il riconoscimento [con il green pass]”.

E’ solo l’inizio, non dubitate. Ora giratevi dall’altra parte e fate finta di dormire, dubito che ci riuscirete ma almeno tornerete a fare quello che avete fatto durante l’ultimo anno. Osho, con la saggezza che lo contraddistingueva rispose una volta ad una interrogazione con la frase seguente: “… if a man is really asleep it is very easy to wake him up, but if someone is pretending to be asleep then it will be very difficult to wake him up.” Che significa “… se un uomo sta veramente dormendo è molto semplice svegliarlo, ma se qualcuno sta facendo finta di essere addormentato allora sarà molto difficile svegliarlo.”

La verità è che avevate capito tutto anche voi ma facevate finta di dormire, volevate tornare alla NORMALITA’ ad ogni costo e il solo pensiero di non tornarvi scatena la paura. Aprite gli occhi, nessuno tornerà alla vita di prima, non ci sarà più quella normalità perché abbiamo ubbidito ciecamente o quasi. Potremo solo crearne una nuova per tutti ma solo se ne saremo degni, solo se TUTTI ne avremo il coraggio. Ora in molti sono maggioranza spaventata e ingannata, siete in tantissimi, ma siete tutti quanti soli !

Koinonikon

PS Lasciatemi aggiungere per una volta una cosa: come potrebbero coraggiosamente auto etichettarsi quelli che hanno abbandonato la compassione per gli altri esseri umani per vigliaccheria di fronte alla propria paura e si sono affidati alla tv, a FaceMinchia, a quelli che hanno intascato denaro e regali dalle case farmaceutiche, alla Commissione Europea che ci vorrebbe sull’orlo dell’estinzione, ai nostri ridicoli “leaders” di partiti di coglioni, dei sindacati, degli “Angeli” della morte con siringa e camice bianco da 12 mila euro al mese se vaccinano e 3 mila euro lordi di premio se ti prescrivono tachipirina e vigile attesa (solo merde!). Fate per favore ammenda e chiedete scusa a quelli che hanno cercato di salvarsi, di salvarvi!) e che avete perseguitato e portato nel baratro dell’Inferno in terra con voi (stolti).

Nota1 La popolazione dell’UE-27 al 1° gennaio 2019 era stimata in 446.8 milioni di persone. Di queste, le persone considerate in età lavorativa tra i 15 e i 64 anni ne costituiscono il 64,6%. Possiamo, quindi, stimare in 288,6 milioni di possibili lavoratori. Nel primo trimestre del 2021, circa il 20% erano disoccupati ma Il campione preso in esame da Eurostat in quest’ultimo caso considerava la parte di popolazione compresa tra i 20 e i 64 anni. Con una piccola semplificazione possiamo calcolare quindi in 57.7 milioni di persone i disoccupati. Secondo altri indicatori questi sarebbero stati almeno il 25% della popolazione europea, salendo a ben 72.2 milioni di persone.

Nota2 “… su 59 milioni e 641mila abitanti alla fine del 2020 gli italiani al lavoro erano 22 milioni e 839 mila… 23 milioni ne mantengono 37”

Read Full Post »

Fu lo storico greco Tucidite a sintetizzare la sventura comminata dal Fato agli Ateniesi: l’impreparazione, la dabbenaggine e la paura fanno più danni che l’immobilità stessa di fronte alla catastrofe. Nel caso di noi italiani aggiungerei anche una buona dose di egoismo e cattiveria, un bel cocktail che servito alla temperatura giusta può significare l’annichilazione. Credo che ne usciremo solo quando la paura (se non il terrore) che vedo negli occhi sbarrati e nelle menti annebbiate dei più non sarà almeno un poco più controllabile. Siamo tutti svegli ma alcuni di noi vogliono fingere di dormire per non fare i conti con la propria paura della morte ma questo non farà altro che accrescerla.

Io NON sono un medico, NON sono un infermiere, NON sono neanche un sanitario e NON mi prendo alcuna responsabilità sull’uso che farete delle informazioni che vi darò: voglio semplicemente raccontarvi la mia esperienza con il Covid-19 che è, innegabilmente, una brutta “influenza”. Vi vorrei parlare di come io e i miei genitori ci siamo curati col protocollo di cura utilizzato dall’associazione di medici IPPOCRATEORG. A quel link il documento non sembra più disponibile e allora lo inserisco qui di seguito.

Purtroppo non c’erano medici di IPPOCRATEORG in Trentino (perché oramai tutti sospesi) ma il Fato ha voluto che ci fosse in zona un Medico che è venuto a visitarci ben 3 volte in 10 giorni. A quel medico vorrei dire ancora GRAZIE ! Non facciamoci illusione perché vaccinati e non vaccinati si ammalano di Covid-19 ma i medici di “famiglia” (in genere) non visitano nessuno. Dobbiamo arrangiarci se vogliamo cavarcela e questo è quello che già molti fanno.

Per quanto riguarda me e la mia famiglia tutto è andato bene ma per molti non è così e viene da dire che le cose migliorerebbero decisamente se i medici ricominciassero a visitare i pazienti a casa, si ridurrebbero come minimo le complicazioni per non parlare delle morti. Ognuno pensi quel che vuole ma quando stai male un medico può fare la differenza, non capisco perché dobbiamo rimanere soli con l’unica opzione della terapia intensiva.

Torniamo a noi: a metà novembre 2021, io che ho 42 anni, mio padre di 73 anni, mia madre di 68 anni e mia figlia di 6 anni ci siamo ammalati di Covid-19.

Non perderò tempo a descrivervi la condizione di mia figlia che non ha sviluppato alcun sintomo e non ha ricevuto nessuna terapia. Si è semplicemente negativizzata in un lampo, veramente scioccante la velocità con cui è accaduto. Molti vorrebbero convincerci che dovremmo comminare loro chissà quali trattamenti ma la nostra esperienza quotidiana ci suggerisce che tutta la situazione è diventata effettivamente troppo ridicola. Ad ogni modo, nel caso di mia figlia, simile a quello dei figli di molti miei amici, posso concludere senza ombra di dubbio che lei abbia stordito il virus con la televisione (purtroppo in “isolamento” cosa può fare un bambino?), lo abbia “shakerato” con lo skate (si, glielo abbiamo permesso in casa, mica potevamo legarla) e annientato con la montagna di cibo che ha mangiato (stupefacente, la scusa è che era affamata per colpa del <<corona>>) . La sua delusione è diventata evidente e ha cominciato a struggersi quando si è negativizzata avendo ben compreso che la vacanza era finita (parole sue). Bambini, beati loro !

Noi grandi invece, NON ERAVAMO VACCINATI (ognuno è libero di pensarla come vuole al riguardo) MA, GRAZIE ALL’INTERESSAMENTO DI MIO PADRE, democristiano della vecchia guardia avvezzo a manovrare la barca fra mille difficoltà e diffidente verso le dottrine uniche e le assurdità, ERAVAMO PREPARATI! Avevamo gran parte delle medicine e non abbiamo aspettato che i sintomi peggiorassero: ci siamo curati applicando il protocollo di cure domiciliari scaricato quasi 12 mesi fa dal sito di IPPOCRATEORG (sito che credo sia ora quasi inservibile purtroppo).

Non abbiamo avuto riduzione di saturazione (sempre tra 96-98%), niente tosse né mal di gola. Nel mio caso solo febbre a tratti durante i seguenti 5 giorni e in 2 casi ha toccato 39.4 gradi per 1-2 ore, ma mi sono sentito benissimo. Appena passava la febbre avevo una fame da leone e sonno. Ne ho approfittato per riposare. I miei genitori non hanno avuto alcun problema se non febbricola intorno ai 37.5 gradi per un paio di giorni.

Arriviamo alla terapia. Il protocollo è molto chiaro: si identificano le Fasi 0, 1 e 2 della malattia Covid-19 per un corretto intervento lasciando più opzioni a seconda della situazione di salute individuale preesistente.

La Fase 0 è quella di profilassi: non si ha il Covid-19 e durante questa fase va solo portata avanti una terapia per accrescere e mantenere alte le difese del proprio sistema immunitario. Vi raccomando di leggere il documento del protocollo perché completo al riguardo.

La Fase 1 è quella propria della malattia: i sintomi compaiono e si è positivi ad un eventuale tampone. Questo è l’insieme di vitamine e medicine assunte da noi (sempre in linea col protocollo precedente).

Vi dico subito che nell’elenco precedente c’e’ solo un antibiotico (il cui nome commerciale credo sia Zitromax) a base di azitromicina impiegato contro la malattia da Covid-19 (che è virale) come mera profilassi. Questa dovrebbe prevenire che un sistema immunitario sovra impegnato a combattere il Covid-19, non abbia abbastanza forza per combattere eventuali infezioni batteriche (che potrebbe provocare, ad esempio, una bronco-polmonite). In pratica viene assunto dalle persone con qualche acciacco di troppo o, come nel mio caso, per età siano sopra i 40 anni.

L’ibuprofene va preso con ricetta, anche bianca ma i medici di base non lo prescrivono vi ricordate? Tachipirina e “vigile attesa”: facciamo peggiorare la malattia prima di curarla. Le solite “malelingue” sibilano che i camici bianchi di famiglia che si attengono al protocollo ricevano sulla busta paga una somma (non da poco) come “bonus pandemia”. Non ho alcuna intenzione di parlare della balordaggine dei moltissimi e della vigliaccheria dei più, vorrei solo risolvere un problema. Io ho risolto il problema come segue: la prescrizione richiede di assumere una compressa da 600 mg la mattina e una da 600 mg nel pomeriggio (come prescritto) ma se si possiede quello da 400 mg basta prenderne 3 nell’arco delle 24 ore o una compressa e mezzo per raggiungere i 600 mg.

Vorrei poi puntualizzare che ho assunto vitamine e farmaci (eccetto l’antibiotico) in preparazione galenica: i cultori della materia mi hanno riferito che nelle farmacie si opta per la vendita di integratori a basso contenuto di principi attivi perché costano meno e offrono margini più elevati di guadagno. Fanno eccezione le preparazioni galeniche per cui il dosaggio è quello richiesto. Consiglio: comprate tutto quel che potete con le dosi prescritte e preparazione galenica evitando i grandi nomi! Dopo che ci siamo ammalati io e mio padre abbiamo capito che poteva capitare anche ad altri membri della famiglia (come poi capitato) e che quindi avevamo bisogno di reintegrare la scorta. Ad esempio, quelli che vivono intorno a Trento, possono fare affidamento sulla Farmacia “G. Ferri” di Martignano (TN) per recuperare gran parte della prescrizione. Contemporaneamente abbiamo comprato su internet dei preparati a base di quercetina e acido ascorbico proposti sul canale Telegram del Dott. Montanari perché di altrettanto alto dosaggio: Vital C e Robur.

Abbiamo mantenuto prescrizione e dosaggio originari: 1 capsula di Vital C e Robur mattina, pomeriggio e sera (quindi ognuno di noi prendeva 1 capsula x 2 tipi x 3 momenti della giornata = 6 capsule al giorno).

A questo si può aggiungere l’antivirale vero e proprio per impedire appunto la replicazione virale del Covid-19 e in questo caso serve una prescrizione. Mio padre ha optato per l’ivermectina perché in effetti non ha controindicazioni per l’uso e la prescrizione che ne abbiamo fatto ma soprattutto non ha controindicazioni per chi soffre di disturbi cardiaci. Per il dosaggio vi consiglio di affidarvi a un medico ma vi aggiungo qui di seguito un documento recentissimo che riporta una tabella e indicazioni specifiche per il dosaggio dell’ivermectina.

In Italia l’ivermectina è stata ritirata ma alcuni farmacisti (ad esempio quello che ha rifornito mio padre si trova in Abruzzo) possono comunque procurarvelo per tempo (serve più o meno 1 mese). I media lo hanno etichettato come farmaco per “cavalli” ma la verità è che questo principio attivo è principalmente per uso umano ma è stato ritirato in Italia credo nel 2020 (secondo voi perché?) e disponibile solo all’estero. Vi allego qui di seguito una fotografia della scatola del farmaco che abbiamo usato noi.

Abbiamo assunto quindi 1 dose per 5 giorni di ivermectina (io 15 mg al giorno e mio padre e mia madre 12 mg) dietro indicazioni del Medico che ci ha visitato e del documento.

Ci sono anche delle valide alternative (vedete il protocollo di IPPOCRATEORG che ho allegato all’inizio, alternativamente questo ultimo documento offre ancora altre utili informazioni). Un amico Medico (uno di quelli veri) può agilmente aiutarvi a scegliere la terapia che più si adatta a voi, l’importante è sapere cosa fare prima che il tutto accada. Io ho riadattato subito un vecchio detto: “Un vecchio democristiano diventa vecchio perché è previdente ! 😉

Ultima raccomandazione del Medico: niente carboidrati ma solo proteine (carne, uova, etc). Da quel che ho capito, dietro quest’ultima raccomandazione ci sono delle ragioni mediche in effetti e non solo alimentari ma io non credo di essere la persona più idonea per riportarvele. Concludo dicendo che così abbiamo fatto noi e ci è andata molto bene.

Chi applica la Fase 2 ? Non so. Leggendo i documenti credo di capire che se si è fatto un uso corretto dell’ivermectina o anche degli altri antivirali e si è intervenuti subito ai primi sintomi con la terapia, si può tornare al mantenimento con la Fase 0 altrimenti si passa con ragionevolezza alla Fase 2 durante la quale si fa un uso di cortisonici che io e i miei genitori non abbiamo assunto perché non necessario nel nostro caso (vedete col vostro medico, cambiatelo se non vi da dei suggerimenti utili prima di ammalarvi). Ad ogni modo leggete con attenzione il protocollo !

In effetti so che da poco è stata attivata un’app che vi mette in diretto contatto con un medico delle terapie domiciliari. Troverete tutte le info in rete e se volete su Telegram ai canali denominati “terapia domiciliare” e simili. Preparatevi, armatevi di questa app, setacciate i gruppi e unitevi agli altri, fate rete.

Spero sia stato utile ai più. Per favore non scrivete perché non rilascio consigli medici: mi sono limitato a riportare la mia esperienza ed è TUTTO QUI, non ho altro da aggiungere.

Come nel caso delle opere del teatro o della favolistica greca, quello che vi ho raccontato vuole avere un messaggio molto più ampio: che tu sia vaccinato o no, anche poche decine di euro di medicinali possono fare la differenza tra la vita e la morte, tenetele in casa o chiedete a un amico di procurarvele al momento opportuno. Che tu sia vaccinato o no, il tuo medico di base, tranne rarissime e sempre più rare eccezioni, NON VERRA’ A VISITARTI. Cerca di aggregarti con amici e conoscenti per supportarsi a vicenda. Che tu sia vaccinato oppure no, la tua Vita merita di più di una risoluzione granitica e di negare l’evidenza: in un individuo adulto anche sano, il Covid-19 se non curato opportunamente può avere conseguenze anche gravi. Se contrai il Covid-19, rimani saldo, cerca un medico “Santo” o “Aspirante Martire” per consigli medici e usa la sacchetta di farmaci che hai messo da parte (come la formichina) per i momenti di bisogno.

E per ultimo, metti in dubbio tutto, le sicurezze granitiche possono uccidere (TE in particolare): che tu sia cicala o formica sappi che non è mai troppo tardi per chiedere aiuto !

Koinonikon

NOTA1: Dichiaro solennemente che non ricevo e mai ricevuto alcun tipo di pagamento o vantaggio e non ho mai avuto neanche in passato alcun tipo di guadagno e/o rapporto commerciale di qualunque tipo con le aziende produttrici dei farmaci e integratori e di tutti i prodotti presentati in questo documento. L’unico rapporto (se così si può chiamare) è stato da consumatore: ho comprato tali prodotti per il mero utilizzo degli stessi.

NOTA2: Chissà se tutte le canaglie che vediamo in tv e sui social possono fare una dichiarazione come la mia senza rischio di poter essere smentiti.

Read Full Post »

Il modello di governance cinese di forzata espropriazione dei beni (mobili e immobili) e della vanificazione dei diritti dei cittadini a vantaggio di una cerchia di pochi eletti è oramai sotto gli occhi di tutti. L’Unione Europea (UE) guidata da pochi potenti non eletti ha le idee molto chiare. E’ di qualche giorno fa la notizia passata sotto silenzio-assenso mediatico, partorita come se fosse uno scherzo e il dubbio infatti ci è venuto, ma per poco.

Come riusciranno a colpire la proprietà privata? Alzando il costo delle bollette, mettendo gli italiani nell’impossibilità di pagare per “vaccinare” la propria casa. Chi è che può permettersi un salasso continuo per ristrutturare la propria casa per renderla conforme ai nuovi parametri green? Anche se la casa è di vostra proprietà non potrete più usufruirne senza “vaccinarla”.

Chi avrà una casa di classe energetica bassa non potrà venderla o affittarla a meno che non faccia degli interventi di riqualificazione energetica, un salasso. In pratica non avremo più a disposizione i nostri immobili. La bozza che si ispira all’Agenda 2030 dell’UE impedirà la vendita e il semplice affitto di immobili che non siano almeno di classe energetica “E”, poi “D”, poi “C”, etc. Il “green pass” per la casa sarà obbligatorio per tutti gli edifici e gli immobili costruiti, venduti, ristrutturati o affittati.

Chiaramente, resteranno fuori da quest’obbligo gli edifici storici (sedi di banche e fondazioni), quelli dedicati al culto (di proprietà dei soliti noti che parlano di accoglienza ma senza pagare neanche l’IMU), gli edifici protetti ufficialmente (di proprietà dei più abbienti) e quelli temporanei o inferiori a 50 metri quadri (mi chiedo perché a questo punto…).

E’ una particolare coincidenza che la stampa si sia messa a canticchiare all’unisono il ritornello suggerito da Bruxelles. C’entrerà forse che le solite prosivendole sono completamente controllate dai gruppi finanziari e bancari? Sai che manna se gli italiani non potessero permettersi di vendere o affittare i propri immobili? A chi sarebbero costretti a cederli? Un bel piano di “aiuto” europeo e le case passerebbero alle banche. Le banche potrebbero permettersi anche le ristrutturazioni, tanto le recupererebbero dalle tasse da pagare o, al limite, basterebbe un’altra legge ad hoc e tutto tornerebbe ancora in tasca ai pochi e in c..o ai più ! Vi prego di perdonarmi per la volgarità, ma sono scosso.

Riporto un estratto dall’articolo di Maurizio Blondet (che trovate con tutti i riferimenti al link qui in basso):

“Gli espropri saranno attuati attraverso l’indebitamento delle famiglie e degli individui ; il FMI [Fondo Monetario Internazionale] si offrirà di condonare i nostri debiti, che avrà provveduto a ingigantire e rendere impagabili, in cambio della rinuncia alle nostre abitazioni di proprietà.”

Bergoglio, il “Papa” aggiunge poi che il “diritto alla proprietà privata non è intoccabile” e che il “condividere proprietà non è comunismo, ma cristianesimo allo stato puro”.

Chiaramente bisogna “collettivizzare” la piccola proprietà e non la grande. Chissà in che mani finiranno le nostre case, accettate scommesse?

Koinonikon

Read Full Post »

Eravamo un nutrito gruppo, qualcuno disse che non c’era tempo per parlare ma solo per agire ma Franco disse: “Sono qui per parlare e voglio parlare…”. Ci raccontò che tutte le sere su nelle valli si riunivano e a rotazione incontrava stabilmente più di 250 persone: “Ogni sera ci incontriamo in casa di qualcuno e ci organizziamo; non lasciamo nessuno indietro, siamo 60 famiglie e se uno sta male tutti lo aiutano… Per me non c’è più famiglia, figli, amici ma lo sforzo e’ per tutti, dobbiamo farcela tutti insieme !”

Da quella notte, come abbiamo visto, è andato oltre: Franco vuole la “Libertà di Tutti i Lupi” !

… e così ha rilanciato. Franco e i suoi valligiani l’hanno fatto: associatività, autoproduzione ed economia alternativa. I Lupi liberi delle valli trentine avranno un Natale diverso, senza spese inutili e scialbe serate nei ristoranti circondati da fatue comparse. Tutto questo per loro e per molti altri come loro non ha alcun senso: si rimarrà in famiglia, con gli Amici che durante tutto l’anno ci riempiono di colori le giornate e ci spingono a resistere.

“Se non ci si aiuta tra di noi !”, questo è diventato il nuovo mantra di tutte le nuove comunità di reietti, i perseguitati da alcuni e ignorati da altri. Ad ogni modo scacciati perché dopo due anni di pandemia si ostinano a non farsi fare il lavaggio del cervello: “Siamo i nuovi Cristiani costretti nelle catacombe” dice qualcuno, altri fanno paralleli con fatti storici ben più recenti.

Alla profondità e ai sentimenti dei Lupi della valli si contrappone oramai il Vuoto Cosmico (quello culturale). Guardate questo servizio confezionato dal telegiornale nazionale. Se si pensa di spaventare tutti quelli che hanno ancora cuore e cervello e che ricercano una comunità più “bella” fondata su principi genuinamente compassionevoli e di mutuo soccorso, bisognerà andare molto oltre perché oramai queste comunità sono pronte al peggio.

Il Ministero della Verità, infatti, ha fatto confezionare un servizio che spaventerà entro il 15 di dicembre… solo i soliti poveri di Spirito: quelli che necessitano di molto e alla fine non hanno nulla… tutto questo è veramente triste. E’ distonico che alcuni pensino di rendere infelici le persone che al centro della propria vita mettono gli affetti e le vite dei propri cari. Questo non può essere intuito da chi vive nella paura, da chi vorrebbe vedere i no-vax in rianimazione… il fatto è che in rianimazione ci finiscono tutti perché i medici hanno smesso di visitare i pazienti a casa e gli ospedali hanno sospeso il lavoro delle sale operatorie per dedicarsi ad altro.

Se per molti il privarsi di una serata al ristorante, di un caffè al bar o di una bevuta in birreria è una sofferenza…

… vuol dire che c’è molto ma proprio molto bisogno di annacquare i brutti ricordi e i cattivi pensieri: tutto questo servirà solo a riservargli l’entrata ad un’antico consesso, la Fiera delle Vanità…

Vai cercando qua, vai cercando là,
ma quando la morte ti coglierà
che ti resterà delle tue voglie?
Vanità di vanità.
Sei felice, sei, dei pensieri tuoi,
godendo solo d’argento e d’oro,
alla fine che ti resterà?
Vanità di vanità.

Vai cercando qua, vai cercando là,
seguendo sempre felicità,
sano, allegro e senza affanni…
Vanità di vanità.

Se ora guardi allo specchio il tuo volto sereno
non immagini certo quel che un giorno sarà della tua vanità.

Tutto vanità, solo vanità,
vivete con gioia e semplicità,
state buoni se potete…
tutto il resto è vanità.

Tutto vanità, solo vanità,
lodate il Signore con umiltà,
a Lui date tutto l’amore,
nulla più vi mancherà…

Il fatto è che molti, sia giovani che persone mature e anziani non hanno più idea di cosa sia la verità. Povia in un suo piccolo video rende l’idea.

Pensate ora a quelli che ora non sono più giovani ma che sono disposti a tradire tutti pur di continuare a godere di vanità come hanno fatto fino a ora. Capaci di immolare i loro stessi figli (noi stessi) e i loro nipoti per svuotare la loro coppa di paura. Mestamente non aggiungo altro…

Da quanto non vi vergognavate della cattiveria e dall’isteria e dalle risposte sempre uguali imparate a memoria delle persone che avete intorno? Ognuno risponda come crede ma io dico che vivono nel terrore: l’unica ragione per cui molti si sono vaccinati è PAURA, non certo altruismo. Una paura creata ad arte dai media…

NOTA: PATETICO !! “Este vídeo se ha retirado porque infringía las Normas de la Comunidad de YouTube.” IL VIDEO E’ STATO CESTINATO DA YOUTUBE NON PERCHE’ VIOLA LE NORME DELLA COMUNITA’ DI YOUTUBE (QUALE CAZZO DI COMUNITA’???), MA PERCHE’ IL GOVERNATORE DELLA FLORIDA FA ALCUNE DICHIARAZIONI IMPORTANTI (CLICCATE PURE).

(oppure qui: https://rumble.com/vqbxqq-governatore-della-florida.html)

I Lupi di Franco e quelli che la pensano al suo stesso modo, non hanno paura di isolarsi dalla massa oramai folle per creare nuovi spazi ed educare i figli alla fratellanza e al coraggio. Sarà interessante vedere quali storie verranno raccontante al gregge per dare ancora colpe a quelli che dissentono (i no-?) quando si saranno oramai isolati nei nuovi ghetti.

Cito la fine: “Gran parte dei contagi vengono dalla pandemia dei vaccinati !!”, e questo è un fatto oramai scritto a lettere cubitali sui giornali: dopo 2 anni e l’87% (o più) di vaccinati siamo allo stesso punto? No, siamo messi molto peggio e a breve diverrà tutto chiaro sul dove si voleva arrivare ma forse sarà troppo tardi per porvi rimedio.

Koinonikon

Read Full Post »